vai al contenuto della pagina vai al menu di navigazione
 

La prassi enunciativa delle immagini. Decomposizioni e ricomposizioni di corpus attraverso gli strumenti computazionali

07/06/2019 dalle 11:00

Dove Centro Internazionale di Studi Umanistici “Umberto Eco” – via Marsala 26, Sala Rossa

Contatto di riferimento Prof. Claudio Paolucci;

Recapito telefonico per contatti +39 051 20 88032

Partecipanti Maria Giulia Dondero, (FNRS, Università di Liegi)

Aggiungi l'evento al calendario
Venerdì 7 Giugno 2019, h. 11:00

 

La prassi enunciativa delle immagini. Decomposizioni e ricomposizioni di corpus attraverso gli strumenti computazionali

Abstract. Il mio intervento ha come obiettivo quello di misurare la pertinenza della teoria della prassi enunciativa nel dominio delle immagini. La prassi enunciativa concerne la possibile esistenza di un sistema delle immagini, la sua ripresa e la sua trasformazione attraverso atti individuali di enunciazione che rimandano ad altri atti. Se la semiotica post-greimasiana ha teorizzato questo concetto, non si può affermare che essa abbia in seguito prodotto una metodologia in grado di studiare questo sistema e tutte le operazioni che lo tengono in vita, quali l’attualizzazione, la realizzazione, la potenzializzazione e la virtualizzazione. La nostra proposta è di risolvere questa impasse attraverso l’analisi computazionale di grandi corpora di immagini (Visual Big Data), in grado di organizzare grandi collezioni di immagini in funzione di parametri visivi (Feature Extraction) che ci permettono di reperire delle “regioni di somiglianza” fra le immagini. In questo modo, il progetto di una genealogia delle forme preconizzato da Focillon e da altri storici dell’arte negli anni Trenta, e cioè quello di studiare le influenze stilistiche e dei motivi, non sarebbe più da considerare come utopico.